Bitcoin di nuovo sotto i riflettori così come le altre principali criptovalute. In questa prima seduta di marzo l’appetito per il rischio è tornato a fare capolino sui mercati e se ne avvantaggiano anche le cripto. Il bitcoin viaggia sui massimi intraday in area 48.500 $ con un rialzo dell’8,9%. Meglio fa l’Ethereum, seconda maggiore criptovaluta al mondo, con un +11,8% a 1.515 $. Il bitcoin era sceso al valore più basso in tre settimane a $43.000 circa e nei sette giorni terminati nella giornata di domenica, il calo è stato pari a -24%, al ritmo peggiore, su base settimanale, dal marzo del 2020.

Gli analisti di Citi rimarcano come la criptovaluta sia a un “punto critico” della sua storia. Potrebbe diventare la valuta preferita per il commercio internazionale con le aperture importanti arrivate da aziende quali Tesla e Mastercard che potrebbero rappresentare l’inizio di una “massiccia trasformazione” nel mainstream. Oppure, aggiunge Citi, affrontare una “implosione speculativa”.

admin

Di admin

Lascia un commento