(Reuters) – Partenza poco mossa per Piazza Affari, che oscilla attorno alla parità nelle prime battute.

L’attenzione degli investitori è concentrata sull’evoluzione del dibattito nella maggioranza di governo, che potrebbe portare a un rimpasto, e all’andamento dell’epidemia di coronavirus, con nuovi picchi di contagio in diversi Paesi.

“Con un numero elevato di nuovi casi e sistemi sanitari sotto pressione in gran parte dell’Europa, le restrizioni sembrano destinate ad essere estese ulteriormente”, si legge in un report di Morgan Stanley (NYSE:MS), in cui si sottolinea come l’avvio, complessivamente rallentato, della campagna vaccinale in Europa potrebbe prolungare l’impatto negativo delle misure anti-contagio anche al secondo trimestre.

Tra i titoli in evidenza:

Scivola Pirelli (MI:PIRC), arrivata a cedere il 2% circa dopo la bocciatura di JP Morgan (NYSE:JPM), che ha tagliato il proprio giudizio sul titolo ad ‘underweight’ da ‘neutral’, riducendo anche il target price a 4 da 4,1 euro.

In evidenza Fincantieri (MI:FCT), che sale intorno all’1,6%, doo che Il Sole 24 Ore ha riportato la prossima finalizzazione di un contratto da, 2,3 miliardi di euro con la Marina militare per la costruzione di quattro sottomarini.

Volatile Unicredit (MI:CRDI) che, dopo una partenza negativa in cui è arrivata a perdere l’1%, ha azzerato il calo. L’attenzione resta focalizzata sulla possibile intergrazione con Banca Monte dei Paschi (MI:BMPS), che avanza di circa l’0,5%.

Stamane Il Messaggero ha riferito che sarebbe allo studio un piano per lo spin-off di una mini Mps, concentrata sulla Toscana, che conservi il brand dell’istituto senese.

admin

Di admin

Lascia un commento