(Reuters) – La borsa di Shanghai ha chiuso in ribasso, segnando una perdita settimanale dell’1,4%, dopo che il difficile avvio dei colloqui bilaterali tra Usa e Cina ha innescato forti vendite in quanto la propensione al rischio risulta diminuita.

L’indice Shanghai Composite ha chiuso in ribasso dell’1,69% a 3.404,66, mentre l’indice blue-chip CSI300 ha perso il 2,62%.

Il settore finanziario ha chiuso in ribasso del 2,51%, il settore dei beni di consumo ha ceduto il 3,02%, e il settore immobiliare perde il 3,15%.

I timori per le tensioni tra Usa e Cina hanno minato l’appetito al rischio e persistono timori di valutazioni ancora elevate, secondo Yan Kaiwen, analista di China Fortune Securities Co.

Cina e Stati Uniti si sono scambiati ieri accuse reciproche sulle rispettive politiche in occasione dei primi colloqui di alto profilo per l’amministrazione Biden, con le difficili relazioni tra i due rivali mondiali pienamente evidenti durante il meeting in Alaska.

Un picco dei bond statunitensi a 10 anni ha zavorrato ulteriormente il mercato, secondo Yan, anche se l’impatto potrebbe essere a breve termine.

Inoltre, la scadenza mensile dei futures degli indici azionari ha scosso ulteriormente il mercato, secondo Zhang Qi, analista di Haitong Securities Co, aggiungendo che ciò ha spinto l’indice blue-chip e alcuni settori della borsa continentale in ribasso.

 

L’indice minore Shenzhen ha chiuso in ribasso dell’1,88% e l’indice start-up ChiNext Composite ha perso il 2,809%.

admin

Di admin

Lascia un commento