Pompliano spiega che il Bitcoin potrebbe raggiungere i 500.000 dollari entro la fine di questo decennio. Alla fine, potrebbe raggiungere 1 milione di dollari per moneta, aggiunge, senza specificare quando quel momento potrebbe arrivare.

Tuttavia, JP Morgan avverte dei rischi che ci aspettano mentre la criptovaluta continua a salire. “Più veloce è il ritmo dell’adozione istituzionale, più veloce sarà il rischio volatilità”, notano dalla banca d’investimento statunitense.

Perché questo “boom” di Bitcoin?

Diversi fattori sono dietro la corsa al Bitcoin, spiega la CNBC.

C’è stata un’enorme partecipazione di investitori istituzionali e retail. Anche le grandi aziende sono sempre più coinvolte nella criptovaluta. Square (NYSE:SQ) ha comprato Bitcoin l’anno scorso e il produttore di auto elettriche, Tesla (NASDAQ:TSLA) di Elon Musk, ha comprato circa 1,5 miliardi di dollari di Bitcoin, secondo un deposito di questo mese. Musk e il fondatore di Square Jack Dorsey sono sostenitori del Bitcoin.

Nel frattempo, le banche centrali di tutto il mondo hanno allentato la politica monetaria – come l’abbassamento dei tassi di interesse e l’acquisto di beni attraverso il cosiddetto programma di allentamento quantitativo – per contribuire ad attutire il colpo alle economie colpite dalla pandemia del coronavirus.

“C’erano trilioni di dollari che venivano stampati e iniettati nell’economia e tutti, dagli individui alle istituzioni finanziarie alle corporazioni, studiavano il modo migliore per proteggere il loro potere d’acquisto. Alla fine, hanno deciso di scommettere su Bitcoin”, spiega Pompliano.

La previsione di questo esperto che Bitcoin potrebbe raggiungere 1 milione di dollari si basa su alcuni fattori, tra cui la scarsità della criptovaluta, che ha un limite di 21 milioni di monete, così come la natura decentralizzata della tecnologia, in quanto non vi è alcuna autorità come una banca centrale che controlla Bitcoin.

admin

Di admin

Lascia un commento