Stephen Harper, che ha svolto il ruolo di Primo Ministro del Canada per nove anni, ha affermato che c’è spazio per Bitcoin e le Central Bank Digital Currency (CBDC) nei panieri di valute di riserva: a suo parere potrebbero persino sostituire il dollaro.

In un’intervista con Jay Martin di Cambridge House, durante la Vancouver Resource Investment Conference, Harper ha affermato che il dollaro statunitense può essere realisticamente sostituito solo da valute molto importanti, come euro o yuan cinese. Sarebbe tuttavia molto improbabile, data l’incertezza che circonda l’euro e le “misure arbitrarie” che il governo cinese potrebbe prendere per alterare il valore dello yuan:

“È difficile prevedere quale sarà l’alternativa al dollaro statunitense come riserva di valore mondiale. Oltre all’oro, a Bitcoin, oppure a un paniere di svariati asset. […]

Penso che in futuro molti altri strumenti verranno utilizzati come valute di riserva, ma il dollaro statunitense rimarrà di gran lunga il più importante.”

Stephen Harper ha poi aggiunto che le CBDC erano “inevitabili, ma a suo parere saranno soggette a politiche monetarie molto severe in tutto il mondo. L’ex Primo Ministro teme che le banche centrali possano diventare “una sorta di banchiere generale” piuttosto che dei semplici supervisori finanziari:

“In definitiva, se hai una valuta digitale e lo scopo delle banche centrali è controllare l’inflazione, creando una valuta stabile e prezzabile, allora le valute digitali sono solo una sorta di evoluzione di tale mercato.

Ma se farà parte di una serie di quelli che definirei ‘esperimenti selvaggi’ sul ruolo delle banche centrali… allora mi preoccupa un po’.”

Harper è stato Primo Ministro del Canada dal 2006 al 2015. L’adozione delle criptovalute e della blockchain nel Paese si è espansa in modo significativo da allora: a settembre dello scorso anno, in Canada è stato lanciato il primissimo exchange regolamentato. Secondo Timothy Lane, vicegovernatore della Bank of Canada, la banca centrale sta portando avanti lo sviluppo della propria CBDC.