Un accordo per rilevare il 35% non ancora posseduto dopo la fusione con Ubi. Intesa rileva da Prudential Financial la quota che mancava per arrivare al 100% di Pramerica. Intesa Sanpaolo, infatti, possedeva già il 65% della Sgr ereditato dalla fusione con Ubi Banca.

OPERAZIONE ATTESA

La mossa dell’istituto di credito guidato da Carlo Messina era attesa dal mercato dopo la fusione tra Intesa e Ubi e consente al Gruppo di consolidare la propria posizione nell’ambito della gestione del risparmio e dei patrimoni.

PATRIMONIO DI OLTRE 65 MILIARDI

Pramerica gestisce clienti sia privati che istituzionali, è attiva nei fondi comuni, nelle sicav, nei fondi alternativi e gestioni patrimoniali in titoli e fondi, con un patrimonio gestito di oltre 65 miliardi di euro, secondo i dati di Assogestioni. Intesa con Eurizon Capital gestisce masse per 331 miliardi di euro che, insieme a quelle di Fideuram (95,5 miliardi), portano il totale a 427 miliardi.

TITOLO AL RIALZO

Il titolo di Intesa Sanpaolo guadagna lo 0,44% a Piazza Affari, dopo un’ora dall’avvio delle contrattazioni e si riporta a ridosso dei 2 euro per azione (1,9764), supportando il comparto bancario che cresce dello 0,39%. Con Pramerica, gli asset nei fondi di Banca Intesa crescerebbero fino a sfiorare i 500 miliardi di euro.

admin

Di admin

Lascia un commento