Cryptonomist.ch – C’è una connessione tra Bitcoin e yuan digitale. Entrambe sono monete non fisiche, digitali appunto, ed entrambe stanno attirando l’attenzione per molteplici ragioni.

Bitcoin nell’ultimo mese ha visto il suo prezzo crescere a dismisura, arrivando al picco di 34.000 dollari (al momento della stesura di questo articolo). La domanda è: lo yuan digitale potrà fare concorrenza a Bitcoin? La risposta, basato su quel poco che oggi si sa dello yuan digitale è: no.

Ciò nonostante sembra ci sia un legame più diretto tra yuan (quello fisico) e Bitcoin. La moneta ufficiale della Cina infatti è andata sempre di più deprezzandosi. Questo potrebbe aver spinto molti investitori a rifugiarsi in Bitcoin che nel frattempo è salito di valore. Secondo un vecchio report di Bloomberg, a questo avrebbe contribuito anche una sentenza di un tribunale cinese che avrebbe ammesso che Bitcoin ha un valore legale, collegato al suo essere un bene scarso.

La versione digitale dello yuan potrà influire sul prezzo del Bitcoin? Le due entità sono molto diverse in realtà per farsi concorrenza. Chandler Guo, pioniere del mining di Bitcoin in Cina, alla BBC ha spiegato il suo punto di vista: la valuta digitale cinese, nota anche come DCEP, avrà un enorme successo perché potrà essere utilizzata anche da 39 milioni di cinesi che vivono fuori dai confini nazionali. Se 39 milioni di persone fuori dalla Cina inizieranno comunque ad utilizzare lo yuan digitale, questo è destinato a diventare una valuta globale. E una valuta globale farà concorrenza al dollaro e a tutti quei sistemi di pagamento elettronico che puntano verso il settore transfrontaliero.

admin

Di admin

Lascia un commento