La banca centrale indiana ha riconosciuto i potenziali benefici delle Central Bank Digital Currency (CBDC), ma non senza includere alcuni lati negativi.

La Reserve Bank of India ha recentemente presentato la sua analisi delle CBDC, nell’ambito di un report su valute e finanza. Nel documento, la RBI sottolinea che diversi Paesi stanno esplorando la creazione di una valuta digitale nazionale sovrana.

Secondo il report della banca centrale, le CBDC possono contribuire a promuovere l’inclusione finanziaria e la trasparenza nelle transazioni. Inoltre, la RBI ha affermato che le valute digitali nazionali potrebbero essere utili come strumento di trasmissione monetaria, aiutando a guidare i consumi pubblici verso categorie specifiche di prodotti e servizi.

Descrivendo i benefici delle CBDC, la RBI ha sottolineato che le controparti digitali delle valute fiat sovrane potrebbero essere usate dalle banche centrali per pompare “helicopter money.”

Per i Paesi con mercati creditizi significativi, la RBI sostiene che le CBDC potrebbero minacciare la posizione delle banche commerciali come canale principale per la trasmissione della politica monetaria.

Come già segnalato da Cointelegraph, l’India ha intenzione di seguire la Cina creando una propria CBDC. Secondo il governatore della RBI Shaktikanta Das, la banca centrale è “molto impegnata” a sviluppare una rupia digitale.

Tuttavia, il report della RBI non ha incluso alcun dettaglio su tale progetto. In un’altra sezione del documento, la banca centrale ha indicato che l’internazionalizzazione della rupia è inevitabile, aggiungendo però che un tale evento complicherebbe la formulazione e l’implementazione della politica monetaria.

Con diversi Paesi intenzionati a creare una propria valuta digitale sovrana, l’interoperabilità tra CBDC sta iniziando a preoccupare le parti interessate. Nel frattempo, diversi report indicano che lo yuan digitale della Cina avrà una concentrazione più domestica.

admin

Di admin

Lascia un commento