SpaceX, la compagnia spaziale del CEO di Tesla Inc. (NASDAQ:NASDAQ:TSLA) Elon Musk, ha intenzione di collegare veicoli di grandi dimensioni, dai semirimorchi agli aerei, al suo servizio di rete satellitare Starlink; Musk ha chiarito che la società non connetterà auto Tesla a Starlink.

Cosa è successo: “Non collegheremo auto Tesla a Starlink, poiché il nostro terminale è troppo grande. Si tratta di un servizio per aerei, navi, grandi camion e camper”, ha twittato Musk lunedì.

Il tweet di Musk è giunto in risposta a un report della CNBC secondo cui SpaceX avrebbe presentato richiesta alla Federal Communications Commission (FCC) per iniziare a collegare la rete Starlink ai veicoli in movimento.

Starlink mira a fornire una connessione Internet ad alta velocità in aree con poca o nessuna connettività in tutto il mondo tramite una costellazione di decine di migliaia di satelliti in orbita terrestre bassa.

Perché è importante: nella sua domanda alla FCC, SpaceX ha evidenziato che la concessione della domanda sarebbe di interesse pubblico, in quanto amplierebbe la gamma delle capacità a banda larga disponibili per i veicoli in movimento negli Stati Uniti, nonché per lo spostamento di navi e aeromobili in tutto il mondo.

Guarda anche: SpaceX, nuova fabbrica di Starlink in Texas

A febbraio Starlink ha ampliato il beta testing della sua rete satellitare, iniziando ad accettare i pre-ordini per il suo servizio sia negli Stati Uniti che a livello internazionale e quest’anno prevede di proseguire la propria espansione verso una copertura quasi globale del mondo popolato.

Ad oggi Starlink ha lanciato oltre 1.000 satelliti e spera di averne 4.425 in orbita entro il 2024; la FCC ha approvato il lancio di 11.943 satelliti da parte di Starlink.

Movimento dei prezzi: lunedì le azioni Tesla hanno chiuso in calo del 5,8% a 563 dollari, ma nella sessione after-hours hanno recuperato lo 0,7%.

Leggi anche: Iniziano i preordini per il servizio Internet di Starlink

admin

Di admin

Lascia un commento