(Reuters) – La Commissione europea presenterà a marzo una proposta per la creazione di un passaporto digitale Ue sulle vaccinazioni contro il Covid-19, che potrebbe consentire ai cittadini europei di viaggiare più liberamente durante la stagione delle ferie estive.

La presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha annunciato l’imminente proposta legislativa in un discorso ai parlamentari conservatori tedeschi, fornendo alcuni dettagli in più in tweet successivi.

Il “green pass” digitale fornirebbe la prova che una persona è stata vaccinata, i risultati dei test per quelli non ancora vaccinati e le informazioni sulla guarigione delle persone che hanno contratto il Covid-19.

“L’obiettivo è consentire loro gradualmente di muoversi in sicurezza nell’Unione europea o all’estero, per lavoro o per turismo”, ha detto la presidente in un tweet.

I leader del blocco hanno concordato la scorsa settimana di lavorare sui certificati di vaccinazione, per i quali i Paesi del sud dell’Europa come Spagna e Grecia stanno spingendo particolarmente per sbloccare il turismo quest’estate.

Tuttavia, alcuni Paesi affermano che prima sarà necessario stabilire che le persone vaccinate non possono trasmettere il virus agli altri. Alcuni, come la Francia e il Belgio, hanno inoltre espresso dubbi sul fatto che facilitare i viaggi solo per le persone vaccinate potrebbe essere ingiusto.

La Commissione ha detto che cercherà di evitare la discriminazione nei confronti dei cittadini che non hanno ricevuto il vaccino.

I Paesi del blocco hanno concordato a gennaio i dati di base richiesti per un certificato di vaccinazione. Un portavoce della Commissione ha detto che questa cercherà di coordinare gli standard di sicurezza e contribuire a collegare i sistemi sanitari nazionali.

admin

Di admin

Lascia un commento